mostre

Guido Reni torna a Fano

«Guido Reni, La “Consegna delle chiavi”. Un capolavoro ritorna».

Fano (PU), pinacoteca San Domenico, Sabato 15 giugno 2013 ore 18,00.
La mostra sarà poi aperta fino al 29 settembre tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 18,00 alle 22,00.

La pala, dipinta da Guido Reni per l’altar maggiore di s. Pietro in Valle, asportata in epoca napoleonica e oggi esposta al Louvre, torna a Fano per la prima volta dopo due secoli per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano.

Saranno inoltre mostrati altri due prestigiosi capolavori del pittore bolognese, due “Annunciazione”, una  realizzata per la chiesa di San Pietro in Valle, oggi nella Pinacoteca Civica del Palazzo Malatestiano, e l’altra proveniente dai Musei Civici di Ascoli Piceno.

Guido Reni (1575-1642) rappresenta uno degli esponenti di spicco del barocco italiano e la mostra, oltre a costituire un’occasione imperdibile per ammirare uno dei suoi maggiori capolavori, rientrato, seppur temporaneamente, dopo oltre due secoli di assenza dal territorio italiano, costituisce altresì una testimonianza del mecenatismo culturale del patriziato marchigiano nel corso del diciassettesimo secolo, nel momento in cui diversi aristocratici iniziano a mostrare interesse nei confronti della produzione artistica dei maggiori esponenti della scuola emiliano-bolognese.

Dopo la mostra su Guercino del 2011 e l’esposizione relativa a Simone Cantarini del 2012, la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano prosegue la sua linea di recupero della storia e del vissuto culturale che hanno caratterizzato la città di Fano lungo tutto il suo percorso storico, con picchi di assoluto rilievo.

Dal 15/06 al 29/09 dal martedì alla domenica dalle 18.00 alle 22.00 Pinacoteca di San Domenico – FANO
Ingresso libero

Info e prenotazioni visite guidate
Info@artuvisite.com

Share

Mostra a Gradara “il fascino dell’arte fiamminga” dal 14 giugno fino al 30 ottobre

Il fascino dell´arte fiamminga del XV e XVI secolo in cinque capolavori in mostra a Gradara. Cinque opere di Rogier Van der Weyden, Adriaen Isenbrandt, Pieter Brueghel il Giovane, Ambrosius Benson e Joachim. Patrocinata dall’Ambasciata di Francia in Italia, l’esposizione è allestita nelle sale della Rocca di Gradara e aperta al pubblico dal 15 giugno al 29 ottobre 2012.

“Viaggio in Italia. Capolavori dai Musei del mondo” è un progetto espositivo, destinato a ripetersi ogni anno, che permetterà a importanti realtà museali straniere di esporre alcune delle loro opere chiave in differenti Istituzioni statali del nostro Paese. Obiettivo è quello di presentare al pubblico italiano capolavori provenienti da prestigiosi Musei internazionali, offrendo ai visitatori la possibilità non solo di scoprire e contemplare opere d’arte di grande valore custodite all’estero, ma anche di ammirare storici e suggestivi monumenti italiani.

N.B. in occasione della mostra il biglietto subirà un aumento:
Intero € 6,00 Ridotto € 4,00 gratuito + 65 – 18 anni

Per prenotazioni visite guidate:

mail info@artuvisite.com
cell 338/6228715

Share

Urbino in primavera innaugura la mostra “Le Città Ideali”

“Le città ideali. L’utopia del Rinascimento ad Urbino da Piero della Francesca a Raffaello” con questo titolo si aprirà la mostra dedicata all’umanesimo e al rinascimento che avrà luogo dal 6 aprile all’8 di luglio ad Urbino, città UNESCO nonché capitale culturale e rinascimentale tra le più importanti nel XV secolo.

L’ambizioso progetto a cui stanno lavorando la Regione Marche, la Soprintendenza di Urbino, l’Università feltresca e quella di Bologna e il Centro di Eccellenza Smart per la ricerca, dovrebbe portare ad Urbino le due altre tele che si trovano oggi a Baltimora e a Berlino.

I tre dipinti che hanno come soggetto delle quinte urbane note come città Ideale, saranno esposte nel Palazzo Ducale, una giusta e naturale collocazione in quella che fu la residenza eletta di una società colta e raffinata come quella della corte dei Montefeltro.

La mostra coinciderebbe con il centenario della Galleria Nazionale urbinate, che ospita importanti opere d’arte di Piero della Francesca, Giusto di Gand, Paolo Uccello e Raffaello ed offrirà quindi lo spunto agli studiosi di tutto il mondo per un raffronto diretto, ma soprattutto uno sguardo complesso e poliedrico sul Rinascimento, che abbracci aspetti architettonici, artistici e urbanistici, intrecciando il dibattito politico e filosofico sull’epoca rinascimentale”.

L’argomento principale della mostra sarà il Rinascimento matematico che trovò la sua massima espressione nell’architettura ed il Palazzo Ducale di Urbino nelle sue forme perfette ed armoniose rappresenta l’ideale di tale concetto. Noti furono gli artisti che qui vi lavorarono, illustri gli scienziati e matematici che frequentarono la corte urbinate e che furono protagonisti dell’umanesimo italiano che verranno ricordati attraverso le loro opere: da Piero della Francesca a Leon Battisti Alberti, dal Laurana a Luca Pacioli, da Bramante a Raffaello.

La mostra avrà un suo percorso separato all’interno del Palazzo con i seguenti costi d’ingresso:

€ 9,00 intero, € 10,00 integrato ingresso a Palazzo Ducale
€ 7,00 ridotto pe grp minimo15 pax e + 65 anni
€. 3,00 scuole e -18 anni

RICHIEDI INFORMAZIONI PER PRENOTARE UNA VISITA GUIDATA CELL 338/6228715

Share
RussiaEnglish