mostre

Tour enogastronomici

escursioni nel montefeltro

Con l’autunno l’entroterra della provincia di Pesaro e Urbino si tinge di colori caldi, tipici di questa stagione. E’ il periodo del tartufo prodotto principe del Montefeltro come pure lo è il formaggio di fossa, delle castagne e del vino nuovo dei colli di Pesaro, di olive e di olio, quello “bon” di Cartoceto.

Gli eventi enogastronomici di quest’anno si aprono come sempre con le Fiere dedicate al rinomato frutto della terra, apprezzato dai buongustai, simbolo e vanto di queste terre: il Tartufo Bianco Pregiato , e SANT’ANGELO IN VADO, “celebra” ogni anno questa delizia culinaria  Giunta alla 48° edizione che si svolgerà tutti i fine settimana dall’8 al 30 ottobre 2011 con un calendario ricco di iniziative: la Gara Nazionale di Cerca al Tartufo, il premio Tartufo d’Oro assegnato a vip e giornalisti affezionati a questa terra, il Raduno Nazionale Camperisti e il Motoraduno Internazionale. Tra le varie iniziative collaterali anche visite guidate alla Domus del Mito e al centro storico con i luoghi dei noti pittori di Sant’angelo in Vado: i fratelli Zuccari.

TALAMELLO nel mese di Ottobre ci delizia con la Sagra delle Castagne e nel mese di Novembre nei giorni 12-13 e 19-20 con la Fiera del Formaggio di Fossa. L’antico e piccolo borgo di Talamello è noto per le sue antiche fosse da grano utilizzate oggi per la stagionatura del formaggio nel mesi che vanno da Agosto a Novembre. L’Ambra di Talamello è un DOP ed ha un profumo e un aroma molto particolare e colore ambra lo caratterizza.

Prodotto tipico dell’etroterra Pesarese è la castagna, dal 15 al 16 ottobre LUNANO ospita da oltre trent’anni la tradizionale “Festa della castagna” che vede tutto il paese coinvolto nella valorizzazione della rinomata produzione locale. Un weekend interamente dedicato al gusto di questo prodotto, un’occasione per assaporare le famose castagne del Monte della Croce.
Si potranno così assaggiare e comprare prelibatezze a base di castagne, marmellate e dolci preparati rigorosamente con farina di castagne e le tradizionali caldarroste accompagnate dal buon vino. Negli stand allestiti nella piazza del paese si potranno poi gustare i piatti tipici di questa comunità: polenta con i funghi, tagliatelle e polenta al cinghiale, buon vino novello.

ACQUALAGNA, la vera capitale del Tartufo, conclude le sagre dedicate al tartufo con la 46^ fiera Nazionale del Tartufo Bianco che si svolgerà nei seguenti nei giorni 30-31 ottobre 1.5.6.12.13 novembre, con stand gastronomici e mostra mercato del tartufo e tante iniziative collaterali.

Nel cuore della valle del Metauro, dove i pendii delle colline sono ricoperti da olivi a perdita d’occhio, nell’antico e ben conservato borgo di CARTOCETO si svolge la 35^ mostra mercato dell’Olio DOP il 06 e 13 di novembre. Nelle Domeniche stand gastronomici, convegni, iniziative musicali e laboratori per bambini.

Share

Le armi Zanvettori da Castel Sant’Angelo alla Rocca di Gradara

Dal 06 agosto 2011 al 05 febbraio 2012 la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche organizza una esposizione di armi che trova a Gradara una naturale collocazione, in quanto la cittadina con la sua rocca fu teatro di eventi bellici di notevole rilievo in età medievale e rinascimentale.
Trattasi  di armi e armature che avevano formato grandi armerie gentilizie e che furono in gran parte
disperse, superate dalla storia e dall’evolversi della tecnica militare. Tali dispersioni sollecitarono la nascita di un appassionato collezionismo che tocca l’apice nella seconda metà dell’Ottocento e che vanta nomi come Gian Giacomo Poldi Pezzoli, Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi a Milano, Federico Stibbert a Firenze, Ladislao Odescalchi a Roma, o Sir Richard Wallace a Londra, per citare solo alcune delle raccolte più famose. (altro…)

Share

Il Guercino torna a Fano: mostra dal 7 maggio a 1° ottobre

Grande evento culturale per Fano: le tre opere del Guercino (1591-1641), realizzate per la città, saranno esposte nella pinacoteca San Domenico, dal 7 maggio al 1° ottobre. 

Queste le opere: ‘Lo sposalizio della Vergine’ (già a San Domenico perché di proprietà della Fondazione Carifano promotrice dell’evento in collaborazione con  il Comune e la Curia vescovile), ‘L’Angelo Custode’ (esposto ora al museo civico anche se di proprietà della Curia) e ‘San Giovanni Battista alla Fonte’ che torna per la prima volta a Fano dal lontano 1797 quando fu
‘estratta’ dalle truppe napoleoniche per essere poi, dopo varie vicende, ospitata nel Museo ‘Fabre’ di Montpellier (Francia).

Il critico d’arte Rodolfo Battistini sottolinea il valore scientifico della mostra ‘Guercino a Fano’: “Le tre opere — 1641, 1648 e 1661 — sono espressione della maturità del pittore e dimostrano come la sua vena artistica sia rimasta intatta fino alla fine”.

Le opere vennero eseguite a Fano dal Guercino su commissione di famiglie notabili della città.

Inaugurazione: 7 maggio 2011
Fano, Pinacoteca San Domenico
Via Arco d’Augusto.


Orari.
Aperta tutti i giorni tranne il lunedì, dalle ore 18.00 alle ore 22.00

Share
RussiaEnglish